Due vittorie e una sconfitta è il bottino colto dal BSC Arezzo in un fine settimana caratterizzato dalle forti piogge. Leggi il resto ...

Il successo più importante è stato colto dal BancaEtruria Baseball che, espugnando per 15-5 il campo del Lastra a Signa, si è mantenuto a punteggio pieno al comando del campionato di serie C. La squadra di coach Giorgio Parodi ha dominato la partita fin dalle prime battute, portandosi, dopo due riprese, su un tranquillizzante 7-0 frutto di una difesa impeccabile e di un attacco che ha iniziato a mostrare il proprio enorme potenziale. Particolarmente positiva è stata la prova dei giovani: Leonardo Gaggio e gli altri lanciatori schierati non superavano i 18 anni d'età ma nonostante questo hanno dimostrato tranquillità e freddezza, mentre in battuta sono state positive le prestazioni di Klismann Marashi e di Roland Sheji. «Tra Coppa Italia e campionato - afferma Parodi, - abbiamo ottenuto quattro vittorie in quattro partite, dunque mi complimento con i miei ragazzi per questo bell'avvio di stagione. Nella gara contro il Lastra a Signa, squadra esperta e competitiva, ho potuto apprezzare la crescita dei tanti giovani della nostra squadra che stanno finalmente emergendo e che sembrano assicurare un bel futuro al baseball aretino».

A proposito di giovani, la seconda vittoria arriva proprio del vivaio perché l'Arezzo nel campionato "Ragazzi" ha ottenuto il suo primo successo stagionale battendo per 15-8 il BSC Grosseto 1952 e dimostrando tutta la crescita dei bambini allenati da Pierangelo Omarini.

Una trasferta da dimenticare è stata invece quella del Monnalisa Softball che, nella prima giornata del campionato di serie A2, ha perso contro l'Atoms Chieti in una partita terminata in anticipo a causa della forte pioggia. Oltre al maltempo, ad incidere sulla prestazione delle ragazze di Fabio Borselli è stato il lungo viaggio (il forte traffico incontrato ha costretto la squadra ad un'odissea di 11 ore tra andata e ritorno) che ha impedito all'Arezzo di esprimersi al meglio. La partita si è comunque dimostrata veloce, ben giocata e piacevole da vedere, mantenendosi sull'1-1 fino alla quarta ripresa quando una piccola incertezza difensiva delle aretine ha permesso al Chieti di realizzare due punti. A quel punto l'aggravarsi del maltempo ha costretto gli arbitri a chiudere l'incontro e a bloccare la rimonta dell'Arezzo, archiviando il punteggio sul 3-1 e decretando il rinvio della seconda gara. «Torniamo da Chieti con tanta amarezza - commenta Borselli. - Eravamo superiori ma non siamo riusciti ad esprimerci al meglio e non abbiamo avuto l'occasione di reagire perché la gara è stata interrotta proprio dopo il loro vantaggio: ora dovremo esser bravi a rialzarci e a provare a risalire subito verso la vetta della classifica».