Terzo impegno nel Campionato U15 2018, prima partita in casa, contro gli atleti della Fiorentina.

18 - 3

Squadra 1 2 3 4 5 6 7 Finale
Fiorentina 0 2 0 1 0 0 x 3
Monnalisa Arezzo 3 0 5 5 5 x x 18

Come squadra di casa, si inizia in difesa, con Pietro Gori che sale sul monte. I suoi lanci partono un po' in sordina, con una base su ball, un colpito ed una seconda base su ball. Con le basi piene Gori ha la freddezza di realizzare il suo primo strikeout, poi ci pensa la difesa, con uno splendido doppio gioco tra la seconda e la prima base.
In attacco è, come al solito, Davide Donati ad aprire i giochi, con un bel doppio. Fabio Fucci, subito dopo, va in base su ball, poi va in battuta Maor Pasquini che batte un altro bel doppio che fa entrare a casa sia Donati che Fucci. Filippo Guidelli, subito dopo, realizza una bella battuta lunga sugli esterni, ma viene eliminato al volo, anche se, sul pesta-e-corri, e grazie ad un errore della difesa, entra il terzo punto. Andrea Giorgieschi batte in diamante e viene eliminato in prima, mentre Gori va strikeout.

Nel secondo inning Gori ha qualche problema a regolare i lanci, oggi, e concede due basi su ball prima di realizzare due strikeout girati di fila. Seguono però altre due basi su ball, che fanno entrare i primi due punti per la Fiorentina. A questo punto viene rilevato da Donati, sul monte. Il primo battitore fiorentino batte un pop in diamante e si passa in attacco.
Qui, anche il nostro attacco sembra aver perso concentrazione e Lorenzo Guidelli prima, e Alessio La Zazzera poi, vanno strikeout. Tommaso Ermini la batte ma viene eliminato al volo.

Terzo inning e Coach Adolfo Borrel richiama la squadra alla concentrazione. La difesa è perfetta, con tre out realizzati in prima, uno dietro l'altro, senza difficoltà.
In attacco è festival aretino. Inizia Donati con un singolo che, su errore difensivo, lo porta in seconda base. Fucci batte lungo ma sfortunatamente diretto nel guanto di un esterno. Pasquini invece è più fortunato e la sua palla, violentissima, mette in difficoltà gli esterni che, prima di riuscire a rimettere la palla in diamante, vede il nostro accademista percorrere tutte le basi: fuoricampo interno da due punti. Filippo Guidelli, subito dopo, non è da meno. Batte un singolo insidioso che lo porta, per una serie di errori difensivi, fino in terza base. Gori va in base su ball, poi un lancio pazzo fa entrare il quinto punto e si va al cambio inning.

Nel quarto inning, sopo una prima base su ball concessa, Donati si regala due strikeout, entrambi guardati. Poi però concede altre tre basi su ball, regalando il terzo punto alla Fiorentina, prima che la difesa chiuda l'inning realizzando il terzo out grazie ad una battuta in diamante e successiva assistenza in seconda base.
In attacco vediamo subito Lorenzo Guidelli e La Zazzera, raggiungere le basi per ball. Ermini batte ma viene eliminato in prima. Donati a questo punto batte un singolo e riempie le basi. Fucci viene fregato dalla voglia di battere e va strikeout, poi è Pasquini a battere ancora una volta lungo, questa volta sul filo dell'esterno sinistro. Riesce a raggiugnere la terza base, prima che la palla raggiunga il diamante, ma a questo punto i fiorentini commettono un errore. Con Pasquini sul sacchetto di terza, arrivato in piedi, lanciano lo stesso verso di lui e perdono la palla, così Maor raggiugne anche casa e segna il quarto punto. Filippo Guidelli batte un singolo e Giorgieschi va in base su ball. Guidelli si porta in terza rubando, poi e Gori a battere un sngolo che porta Guidelli a casa per il quinto punto.

Sesto inning e Donati ha ripreso la giusta concentrazione. Prima un facile out in prima, poi due strikeout, uno guardato ed uno girato, e siamo di nuovo in attacco.
Qui i fiorentini sono in difficoltà e ben sei battitori di fila vengono mandati in base su ball. A chiudere l'inning è il singolo di Filippo Guidelli, che fa entrare il quinto punto.

Il sesto inning vede Andrea Giorgieschi salire sul monte e, dopop una prima base su ball concessa, per rodare il braccio, realizza il primo strikeout. Il battitore successivo batte e arriva salvo in prima, ma il successivo viene mandato strikeout, mentre l'ultimo viene eliminato al volo.

La partita si chiude, al sesto, per il raggiungimento delle due ore e mezza di gioco e l'impossibilità di recupero per la squadra avversaria: 18 a 3.

Ecco di seguito, alcune foto della partita:

Foto di Sauro Pasquini